Moda contemporanea tra le donne romane [Prima puntata]

Abbigliamento femminile in epoca romana. Vesti chiare con piegoline e comode per il movimento e tuniche dai colori sgargianti.

Ero a passeggiare per il centro tutta intenta a guardare le vetrine per scegliere il capo fortunato della mia giornata di shopping quando un vestito stile impero ha attirato la mia attenzione. Mi sono tornati alla mente gli studi sull’evoluzione della moda femminile che ho fatto durante la mia carriera universitaria.

Dell’Impero ho letto molto ma una cosa mi è rimasta impressa: la grandezza e il lusso ostentato dai romani sono all’origine della civiltà di un grande popolo e di molti crucci femminili.

Nel periodo antico gli etruschi, greci, romani si vestivano sostanzialmente coi medesimi capi, seppure con alcune varianti. I vestiti etruschi erano caratterizzati da colori molto brillanti, quelli greci dalla comodità per permettere la scioltezza di movimento e quindi praticare sport dei quali erano cultori. Tuttavia fu con i romani che l’arte vestimentaria si arricchì e si affinò notevolmente.

Sintetizzando il concetto di bellezza romana, le donne dovevano essere eteree, pieghettate e slanciate come le colonne. Dunque la varietà delle vesti era data non tanto dal taglio, ma dalla capacità di creare panneggi, sbuffi e piegoline. L’uso di una o più cinture, a volte disposte diagonalmente, aveva lo stesso scopo.
Le signore romane indossavano sotto le vesti, lo strophium (alla greca), come gli odierni reggiseni criss-cross, o mammillare, una fascia di cuoio che serviva per appiattire e contenere la crescita, o una fascia pectoralis (reggiseno) che il poeta Ovidio consigliava di imbottire in caso di seno molto piccolo. Potete immaginare a questo punto la mia costernazione quando ho scoperto che quello della mini-taglia di reggiseno è una questione atavica!

Costume a due pezzi usato dalle donne romane nelle palestre

Ad ogni modo, se nella parte alta del corpo avevano imparato a coprire le proprie grazie con dei proto-reggiseni, per la parte bassa c’era il subligar, uno slip molto sgambato.
Questi indumenti intimi venivano usati anche negli stabilimenti termali, poiché rappresentavano la tenuta comoda e più adatta alle donne per fare il bagno o dedicarsi agli esercizi di ginnastica che si svolgevano nelle apposite palestre.
A questo primo strato vestimentario seguivano poi una o più subuculae, tuniche intime intessute con lana o lino ed in genere prive di maniche, alle quali poi si aggiungeva una tunica più o meno lunga fermata alla vita da una cintura generalmente usata doppia, una sotto il seno e l’altra in vita, per formare un secondo sbuffo di stoffa più ricco all’altezza delle anche.

Infine, nei periodi invernali, un mantello di forma rettangolare copriva completamente la donna, a volte anche la testa, e ne contornava il corpo con varie pieghe e ritorni tenuti su dalle braccia. In parole povere ci si ritrovava in un bozzolo come delle farfalle.

In epoca imperiale le donne romane potevano ostentare innumerevoli fogge giacché, durante l’Impero, si compiacevano di imitare mode straniere, precorrendo così il moderno concetto di moda. Tuttavia solo ai ceti dominanti era permesso di indossare stoffe ritenute pregiate, come la seta, e colori la cui produzione era costosa, come il colore rosso.

Scopri la moda femminile nell’antica Grecia e nell’antico Egitto! Potrebbero interessarti anche:
Stile Impero nella moda contemporanea
La moda femminile nell’Impero bizantino
Bisanzio e la moda contemporanea
La moda femminile dal XII al XIII secolo

FONTE DELLE IMMAGINI:
http://notizieinvetrina.it/2014/02/abbigliamento-nell-antica-roma-come-si-vestivano-i-romani.html
http://olga1212.blogspot.it/2012/06/costumi-da-bagno-femminili.html

di Monia De Tommaso

Annunci

14 pensieri su “Moda contemporanea tra le donne romane [Prima puntata]

  1. Pingback: Moda contemporanea tra le donne romane – Parte II | Storie della moda femminile

  2. Pingback: Moda femminile nell’antica Grecia [Prima parte] | Storia della moda femminile

  3. Pingback: La moda femminile nell’antico Egitto [Prima parte] | Storia della moda femminile

  4. Pingback: La moda femminile nell’antico Egitto [Seconda parte] | Storia della moda femminile

  5. Pingback: La moda femminile nell’antico Egitto [Terza parte] | Storia della moda femminile

  6. Pingback: La moda femminile nell’antico Egitto [Quarta parte] | Storia della moda femminile

  7. Pingback: Moda femminile nell’antica Grecia [Seconda parte] | Storia della moda femminile

  8. Pingback: Moda femminile nell’antica Grecia [Terza parte] | Storia della moda femminile

  9. Pingback: Moda femminile nell’antica Grecia [Quarta parte] | Storia della moda femminile

  10. Pingback: Stile antico Egitto nella moda contemporanea | Storia della moda femminile

  11. Pingback: Stile Impero nella moda contemporanea | Storia della moda femminile

  12. Pingback: Moda femminile nell’impero bizantino [Prima parte] | Storia della moda femminile

  13. Pingback: Storia del costume da bagno [parte I] | Storia della moda femminile

  14. Pingback: Storia della zeppa: tra femminilità e ossessione | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...