Cibi nemici del sonno

Qualche giorno fa ho trascorso una nottataccia…non volevo proprio prendere sonno.
«Eppure, – mi dicevo mentre mi rigiravo nel letto da una parte all’altra – eppure non ricordo di aver visto un film di paura e il climatizzatore è acceso quindi non sono sveglia per il caldo…ma allora perché sono sveglia?».

Vi è mai capitato?

Il giorno dopo mi sono alzata stanca come se avessi perso ad un incontro di pugilato; non di meno sono riuscita a sedermi davanti al computer e a trovare quanto vi scriverò.

Ho scoperto che di cibi che ci aiutano a dormire ce ne sono tanti, dal latte caldo a una tazza di camomilla, a seconda dei gusti e delle abitudini personali. Tuttavia, più che conciliare il sonno sarebbe meglio non disturbare con alimenti poco adatti il suo naturale sopraggiungere. Insomma, meglio prevenire che curare.
Sappiamo da tempo che ci sono alimenti che promuovono il sonno e altri che lo inibiscono. Nella ricerca che ho fatto ho trovato i peggiori nemici di una buona e riposante nottata sono quelli che seguiranno:

caffèCaffè: sarebbe il caso di evitare di mandare giù un espresso alle dieci di sera a meno che non vi stiate preparando per un viaggio notturno. Tuttavia anche le abitudini pomeridiane possono far sentire i propri effetti sulla notte seguente: la caffeina rimane nell’organismo per ore, rendendo il coffe-break delle quattro una pessima idea. Insomma, l’ultimo caffè della giornata dovrebbe essere preso dopo pranzo. Discorso diverso per il thè, che ha un minore contenuto di caffeina e può favorire il sonno grazie alla presenza di erbe come camomilla o valeriana.

Grigliata mista di carne Bistecca e pasti iperproteici in generale: le proteine sono molto impegnative da digerire e noi non siamo programmati per digerire mentre dormiamo, c’è poco da fare. Ergo dovremmo almeno fare in modo di non coricarci mezz’ora dopo la fine del pasto.

Cioccolato: anche se sapete di dover evitare caffè e thè particolarmente forti, potreste veicolare discrete quantità di caffeina attraverso altre fonti, tipo il cioccolato fondente o extra dark. Va bene un pezzetto, evitate di spazzolarvi un’intera tavoletta.

Cioccolato fondente

Cibi speziati o piccanti: sembra che nelle sere in cui si ingeriscono alimenti piccanti o troppo speziati si fatica a prendere sonno; si è notato uno sbilanciamento nella temperatura corporea, variazione che può confondere il cervello rispetto ai ritmi del riposo.

Cibi grassi: uno studio ha verificato che una dieta ad alto tasso di grassi portava i topi a dormire, e molto, durante le ore di luce. Senza contare un sonno notturno frammentato e spesso interrotto. Un rapporto che potrebbe essere spiegato dall’orexina, un ormone neuropeptidico che stimola l’appetito e lo stato di veglia. In ogni caso, i cibi grassi conducono più in generale a una sensazione di sconforto che ci fa addormentare mesti e nervosi.

PompelmiPompelmo e agrumi in generale: in generale, ogni alimento che possa aumentare l’acidità di stomaco è da evitare. In particolare gli agrumi, come il pompelmo. Dunque non basta evitare cibi piccanti, grassi e cene pesanti prima di andare a letto, ma anche alcuni tipi di frutta.

E’ stato lì, davanti alla ricerca che vi ho riportato, che ho fatto caso alla cena del giorno precedente: grigliata mista con tabasco, una torta al cioccolato e arance, un caffè e un amaro!

Scopri le fantastiche proprietà benefiche del limone e della curcuma!
Potrebbe interessarti anche l’articolo sulla relazione tra attività fisica e il sonno

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://www.repubblica.it/salute/interattivi/2013/11/27/news/la_salute_in_tazzina-72125182/
http://www.ristorante-vinotera.ro/preparate-din-carne
http://www.medicinalive.com/scienza-dellalimentazione/diete-e-metabolismo/cioccolato-fondente-un-toccasana-per-la-linea/
http://www.buonissimo.org/rubriche/13222_Pompelmo

di Monia De Tommaso

Annunci

10 pensieri su “Cibi nemici del sonno

  1. Pingback: Il segreto per un bel colorito di pelle | Storia della moda femminile

  2. Pingback: Curcuma: lo zafferano delle Indie e spezia miracolosa | Storia della moda femminile

  3. Pingback: Le proprietà benefiche del limone | Storia della moda femminile

  4. Pingback: Snack salutari in casa e per l’ufficio | Storia della moda femminile

  5. Pingback: Le posizioni del sonno: cosa dice di te la posizione in cui dormi | Storia della moda femminile

  6. Pingback: Il pranzo e la cena per dimagrire | Storia della moda femminile

  7. Pingback: Una dieta per la vita | Storia della moda femminile

  8. Pingback: I minerali e le vitamine nell’alimentazione | Storia della moda femminile

  9. Pingback: Le fibre alimentari: indispensabili per la nostra salute | Storia della moda femminile

  10. Pingback: I benefici di dormire sul fianco sinistro | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...