L’allattamento e i farmaci

Dopo aver visto nell’articolo precedente quanto l’allattamento materno sia il modo migliore per nutrire il proprio bambino vorrei qui far notare degli inconvenienti: oltre alle controindicazioni vere e proprie, legate generalmente a malattie o alterazioni fisiche della madre e del neonato, esistono anche dei rischi legati alle sostanze che la madre può essere costretta ad assumere durante l’allattamento.

Allattamento e farmaciQuesto vale soprattutto per i farmaci: tali sostanze infatti, vengono veicolate attraverso il circolo sanguigno e nella grande maggioranza dei casi passano direttamente nel latte. Il lattante si trova così esposto all’azione di preparati che possono svolgere un’azione negativa sul suo sviluppo. L’azione del farmaco assunto dalla madre dipende essenzialmente dal quantitativo che passa dal sangue materno alle cellule delle ghiandole mammarie e dalla quantità di latte succhiata dal bambino. Il passaggio del farmaco dalla madre al bambino è determinato:

• dal quantitativo del farmaco presente nel sangue della madre;
• dalla facilità con cui il farmaco si scioglie nelle sostanze grasse;
• dall’acidità del latte;
• dal rapporto fra dosaggio del farmaco, vie di somministrazione dello stesso alla madre e orario dei pasti del lattante;
• dalla differente composizione del latte prodotto dalla madre: infatti, il latte delle prime poppate contiene minori quantità di grassi in confronto a quello delle poppate successive. Quindi si avrà una maggiore quantità di farmaci liposolubili o idrosolubili a seconda che la madre faccia succhiare il primo latte dalle due mammelle o ne svuoti prima una e poi l’altra.

Allattamento e farmaciTra gli antibiotici soltanto le tetracicline sembrano svolgere un’azione lesiva a livello delle bozze dentarie del neonato. D’altra parte, però, sembra che taluni altri antibiotici (per esempio la clortetraciclina) possano provocare un aumento di peso attraverso la distruzione di batteri che producono tossine dannose.

Gli psicofarmaci sono in grado di interferire con il sistema nervoso del neonato inducendogli uno stato prolungato di sonnolenza che può risultare anche assai pericoloso.

Gli ormoni esplicano un’azione differenziata: gli estrogeni agiscono localmente causando un aumento delle dimensioni delle mammelle del neonato mentre progesterone (ormone femminile prodotto dalle ovaie) e cortisonici, sostanze a base di cortisone (ormone prodotto dalla parte corticale della ghiandola surrenale), hanno piuttosto un effetto generale, e possono provocare una forma di ittero.Allattamento e farmaci
Gli anticoagulanti assunti dalla madre possono causare nel neonato manifestazioni emorragiche a carattere transitorio. In linea generale, se la madre, per cause veramente gravi, deve assumere dei farmaci capaci di passare nel latte e di agire sul neonato, è consigliabile che sospenda l’allattamento al seno e passi a quello artificiale.

Poi, ovviamente, la mamma che allatta deve farsi guidare sempre dal buon senso: sigarette, caffè, bevande alcoliche non hanno mai fatto bene a nessuno; inoltre, quando passano nel latte materno sono assorbiti anche dal neonato. Gli effetti possono essere particolarmente evidenti: il bambino può accusare, nei casi più gravi, una forte agitazione, intolleranza verso il latte associata a vomito, scariche diarroiche e tachicardia.

Scopri l’alimentazione ideale per la mamma che allatta.

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://blog.pianetamamma.it/allattamento/quali-farmaci-posso-assumere-in-gravidanza-risponde-il-telefono-rosso.html
http://www.diredonna.it/farmaci-in-gravidanza-e-allattamento-quanto-sono-sicuri-75815.html
http://salutebenessereonline.blogspot.it/2012/03/allattamento-quali-farmaci-escludere-e.html

di Monia De Tommaso

Annunci

2 pensieri su “L’allattamento e i farmaci

  1. Pingback: La meravigliosa avventura dell’allattamento materno | Storia della moda femminile

  2. Pingback: Allattamento e alimentazione materna | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...