Quando il nude look diventa eccessivo

nude-look-pucci
Da sempre gli stilisti di moda amano giocare con il nude look. Spesso vediamo sfilare in passerella creazioni realizzate in materiali leggeri, trasparenti, traforati, che nascondono poco o niente. Alle volte le suddette creazioni risaltano le forme scultoree delle celebrità innalzandole al rango di divinità; tuttavia, care lettrici, bisogna conoscere bene i limiti per evitare di cadere nel ridicolo o addirittura nel cattivo gusto.

Innanzi tutto: quando si cade nel cattivo gusto? Ho provato a scrivere “cattivo gusto nel vestire” su Google e a fare una ricerca per immagini. Tra i primi risultati mi sono comparse le facce di Lady Gaga, Christina Aguilera e Rihanna, la qual cosa probabilmente non vi sorprenderà. Sicuramente infrangono tutte delle regole che in qualche modo sono ritenute universali … e dunque partiamo dall’A B C: quali sono le regole per portare gli abiti senza cadere nel cattivo gusto?

1) Gli indumenti vanno indossati con disinvoltura;

Il primo punto è vero ma bisogna ricordare che:

2) Ci vuole l’indumento giusto per la circostanza/occasione giusta. Insomma, in discoteca possiamo concederci quegli eccessi che sarebbe meglio non sfoggiare al lavoro;

3) Gli eccessi vanno evitati. Dalle mie parti si dice “il troppo stroppia”;

4) Con l’avanzare dell’età certi indumenti andrebbero eliminati dall’armadio; ergo, ogni vestito vuole la sua età.

5) Ogni fisico chiede il suo indumento;

6) Gli indumenti vanno abbinati anche secondo la combinazione dei colori.

nude-look-stella-mccartney

Fantastici abiti nude look di Stella McCartney

Premesso questo…quando il nude look trasgredisce una delle regole sopra citate si possono avere effetti indesiderati; abiti troppo trasparenti, troppo succinti, possono in uno schiocco di dita risultare volgari, ridicoli e far passare chi li indossa per esibizioniste.
Avrei inoltre da aggiungere un pensiero. Da sempre l’essere umano ha la tendenza a desiderare maggiormente ciò che non riesce ad ottenere e quanto più ha l’impressione di raggiungere ciò che vuole, senza tuttavia arrivarci, tanto più il desiderio di possesso e la curiosità verso questo oggetto aumenta. Viceversa, si ha la tendenza a dare per scontato ciò che si ha già o che è facile avere. Ecco, io sono fermamente convinta che per l’abbigliamento si debba fare lo stesso ragionamento. Una donna risulta tanto più attraente quanto più l’uomo deve lavorare di immaginazione per vedere le sue grazie celate dagli indumenti. Al massimo deve avere solo l’illusione di vedere, ma niente di più. Non avere tutto servito su un piatto d’argento scatena in lui ancora quel lato da cacciatore e gli ricorda che c’è ancora da “spogliare” e da scoprire. Per darvi l’idea: vi piacerebbe di più un regalo impacchettato oppure senza confezione?
Ma andiamo oltre e passiamo ad esempi pratici di “in” e “out”. Cosa c’è di sbagliato in questi look?

nude-look
Tutte e tre hanno destato l’attenzione dei fotografi ma non certo per una questione di classe ed eleganza… almeno secondo il comune senso del pudore. Rihanna è in versione nude che di più non si può; Miley Cyrus è eccessivamente trasgressiva mentre Lady Gaga…beh, da lei ce lo si aspettava. È la provocazione in personificata. Erin Wasson invece…è stata bendata…ma forse faceva prima ad uscire in costume.

nude-look
Madonna dovrebbe sapere che i bustini di pizzo, coppe nude look e accessori fetish non si addicono a una 54enne; Amber Rose…che dire? E’ a prova di eleganza. Melody Thornton invece non voleva lasciare nulla all’immaginazione. Altrimenti, sotto questo abito di pizzo trasparente, l’ex star delle Pussycat Dolls avrebbe quantomeno indossato un reggiseno e un paio di slip.
Kristen Stewart, difficilmente indossa qualcosa che le stia bene e questo è uno di quei casi. A prescindere il cattivo gusto, quel vestito non è per lei perché riduce otticamente le forme poco sinuose dell’attrice.

nude-look
Ok. Rihanna con reggiseno e calze nere a vista e in evidenza è troppo stile night club per un tappeto rosso, qualsiasi esso sia. Irina ha dimenticato di vestirsi mentre Laetitia Casta per non sembrare troppo volgare ha indossato un mutandone sotto il lungo abito traforato. Non faceva prima a indossare altro?

Allontaniamoci dai cattivi esempi per passare a quelli buoni.

nude-look
Heidi Klum ha un abito decisamente provocante ma per la leggerezza del tessuto, per il colore delicato e per una sola gamba esposta, la sua figura risulta attraente senza esagerazione. Jaimie Alexander ha osato molto tuttavia il tessuto coprente che compone l’abito e la scollatura rotonda e alta bilanciano la provocazione lanciata dalla serpentina velata. Natasha Poly ha un abito con le trasparenze giuste ai posti giusti. Bianca Balti sfoggia a Zelig un abito in pizzo che ci ricorda l’esempio sopra citato della Casta. Tuttavia il pezzo indossato sotto il vestito (a differenza del due pezzi della Casta) è più in armonia con lo strato più esterno.

nude-look
Dita Von Teese indossa qualcosa di simile alla Balti e direi che su di lei è ancora più adeguato visto il personaggio che rappresenta; Kristen Stewart qui indossa qualcosa di decisamente audace, forse più dell’outfit indossato prima, ma quanto meno il colore (che rendendo ancora più l’effetto nude sembra scomparirle addosso) è neutro e quindi meno appariscente. Migliore qui l’idea di indossare una cinta che spezzi otticamente il punto vita dai fianchi. La Belen, che fa parlare di sé anche quando non fa nulla, ha indossato un abito per il matrimonio della Canalis che ha oscurato la sposa.

In conclusione, sebbene il buon gusto nella scelta dei vestiti sia qualcosa di soggettivo, ci sono delle regole da rispettare se non si vuole sforare nel cattivo gusto.
Pizzi, veli, seta così sottile da lasciare poco all’immaginazione, schiene coperte da scialli praticamente di pellicola da cucina, da quanto sono trasparenti…non c’è bisogno di rendere per forza manifesto il proprio corpo per far supporre di avere una silhouette mozzafiato.

Basta non esagerare e non seguire assolutamente l’esempio di alcune celebrities: d’accordo per la trasparenza sensuale e il vedo-non vedo, ma se sotto il vestito non c’è niente si tratta più di un vedo-vedo benissimo-forse solo un po’ sfocato.

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://www.dilei.it/moda/foto/nude-look.html#1
http://mag.sky.it/mag/life_style/photogallery/2013/11/20/i_look_trasparenti_delle_star.html
http://www.alfemminile.com/moda/album985153/gli-abiti-trasparenti-delle-star-0.html#p1
http://www.look-dei-vip.it/media/kristen-stewart-en-robe-transparente_m5725
http://www.leiweb.it/moda/star-e-news/2012/star-vestite-di-pizzo-401178887416_7.shtml<
http://www2.stile.it/maison/emilio-pucci/foto-sfilate/page/23/
http://www.stylosophy.it/s/stella-mccartney/page/2/

di Monia De Tommaso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...