Lo stile hipster: come riconscerlo ed imitarlo

Sicuramente avrete sentito la parola hipster. E ancor più sicuramente, dopo aver sentito questa parola sarà scattata la domanda: cos’è un hipster?!? Probabilmente vi è capitato di imbattervi in alcuni esemplari hipster ma senza sapere che lo fossero. D’altro canto è impossibile non notarlo, con il suo stile alquanto bizzarro (o alternativo? Mah…).
Spesso lo stile hipster viene confuso con quello geek e la differenza, effettivamente, è veramente sottile. In questo articolo verrà svelata una guida rapida per riconoscerli.

Hipster è innanzitutto una cultura che spazia dalla moda alla musica (in particolare uno strascico della cultura pop), ibrida e in continua evoluzione. Pesca un po’ dal vintage, dagli anni ’70 e ‘80, e un po’ dalle tendenze più recenti. Un hipster, per esempio, adora e indossa il vecchio orologio del nonno del secondo dopoguerra ma per controllare l’ora – e i suoi profili social – tira fuori ossessivamente il suo iPhone nuovo di zecca.

hipster-style
Che differenze distingue un geek da un hipster? Tendenzialmente le differenze, oltre che nell’abbigliamento sta nel fatto che mentre il geek è quello che è perché ha specifiche aree di interesse e ci si dedica corpo e anima, l’hipster vuole dichiaratamente essere diverso e ostenta tutto ciò che conosce e ha per essere trendy. Il geek non è nato per essere trendy ma per dire al mondo: “Ecco, con la maglietta che indosso sapete che mi piace Star Wars”. L’hipster invece dice che gli piace un film di nicchia per il semplice fatto che sono in pochi a conoscerlo. Sentendosi bohémien piace loro il design, l’arte moderna e mostrarsi intellettuali. Questo spiega il loro stile fintamente trasandato: capelli spettinati, abbigliamento accostato (apparentemente) per caso, occhialoni da intellettuali, tatuaggi colorati, orecchini, anelli e bracciali.

Detto ciò passiamo all’abbigliamento che caratterizza un hipster. Non esiste una differenza netta tra i vestiti indossati dai ragazzi e quello indossato dalle ragazze.
stile-hipsterAbbigliamento

Le t-shirt spaziano da quelle con le scritte sulle rock band degli anni ’70 e ’80, a disegni e scritte retrò, per arrivare ai modelli più nerd, ovvero che hanno come soggetto la tecnologia, meglio se vintage anche questa. Unico requisito indispensabile: devono aderire al corpo.
La camicia a quadri, di cotone o di flanella (come quelle in stile grunge in voga negli anni Novanta), è un must purché sia extrasmall ovviamente.
I pantaloni, meglio se di jeans, devono essere aderenti come se non ci fosse un domani, lunghi fino alla caviglia e non di più (mi raccomando), magari con il risvolto in fondo. La vita bassa è bandita; pantaloni e gonne devono arrivare rigorosamente sopra la vita.
Altri capi irrinunciabili sono poi i giubbotti in pelle, i maglioni e cardigan rigorosamente di lana, e i leggins per le ragazze.
Potete affidarvi alle marche American Apparel, Urban Outfitters, e alla linea Divided di H&M, per cercare abbigliamento di questo stile anche se da tener sicuramente presenti sono anche i mercati vintage.

stile-hipster-come-imitarloAccessori

Come già accennato l’hipster è un fanatico del vintage e lo esprime proprio attraverso gli accessori.
Scarpe, borse, cinture e occhiali sicuramente richiamano allo stile degli anni ‘70/’80, che siano vintage “autentici” o di ispirazione. Imprescindibili sono gli occhiali da vista o da sole con montatura spessa e vistosa (ancor meglio se eccentrica).
Anche se in contraddizione con quanto detto sopra, l’hipster ama sfoggiare anche oggetti tecnologici. Vediamo quali: qualsiasi prodotto a marca Apple (perché proprio questa marca? Probabilmente perché Apple è uno stile di vita, è “in”, costa parecchio, si dice che sia per intenditori, in sostanza è un marchio figo), la macchina fotografica Reflex al collo (le foto fatte poi sono postate rigorosamente su Instagram), mega cuffie, lo skateboard e la bicicletta.
I modelli “ammessi” per le scarpe sono, sia per donna che per uomo sono i mocassini, le calzature stringate, stivaletti in pelle, espadrillas e sneakers. Ad ogni modo la suola deve essere piatta e lo stile minimal.

hipster-girlCapelli

Il taglio o la colorazione dei capelli hipster deve farsi notare. Se i ragazzi devono farsi crescere la barba o i baffi (o tutti e due) e optare per una pettinatura “finto arruffata” o immobile e ingellata, le ragazze possono sbizzarrirsi con tagli corti e asimmetrici, capelli viola o, per chi non vuole rischiare troppo, uno shatush.

Se volete avere delle icone hipster a cui ispirarvi allora potete prendere spunto dagli originalissimi outfit della modella e attrice britannica Agyness Deyn. Altre icone hipster sono: l’attrice e sceneggiatrice Lena Dunham, l’attrice e cantante Zooey Deschanel e la modella e figlia d’arte Pixie Geldof.

hipster-fashionSe la vostra curiosità è stata stuzzicata abbastanza, non vi resta che immergervi nello stile hipster, almeno per una serata!
Dunque, vi sentite un po’ hipster o vi piace il loro stile? Ora sapete come imitarlo.

Scopri lo stile geek e quello emo!

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://wardrobelooks.com/real-hipster-style-in-2014-2015-for-women/

di Monia De Tommaso

Annunci

3 pensieri su “Lo stile hipster: come riconscerlo ed imitarlo

  1. Pingback: Lo stile geek: come riconoscerlo ed imitarlo | Storia della moda femminile

  2. Pingback: Lo stile emo: come riconscerlo ed imitarlo | Storia della moda femminile

  3. Pingback: Lo stile boho: come riconoscerlo ed imitarlo | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...