Attività fisica e depressione

L’hanno definita male oscuro, malattia del secolo, vera piaga sociale: la depressione. Vi sarà capitato di alzarvi al mattino con un senso profondo di stanchezza. Avete dormito poco e il pensiero di iniziare una giornata vi riempie di apprensione. Avvertite un senso diffuso di malessere e il timore di cadere in uno stato di depressione prende corpo. È inevitabile, perché di depressione si parla e se ne sente parlare. Troppo spesso, però, anche a sproposito. Si abusa del termine, riferendolo a situazioni difficili, certamente segno di malessere, ma non necessariamente di depressione. Così si parla di depressione riferendosi alla persona triste, in una situazione difficile, di fronte ad un lutto, ad esempio, o che deve fare i conti con una grossa delusione professionale, o con una malattia cronica, o che sperimenta dolorosi rapporti interpersonali. Ma se un certo grado di tristezza assolve ad una funzione riparativa, parlare di depressione significa riferirsi ad una condizione patologica, che si differenzia dalla prima non solo per l’entità e la presenza dei sintomi, ma soprattutto nelle forme più gravi, per la presenza di manifestazioni somatiche, ad esempio l’astenia, sia di disturbi del pensiero come sentimenti di autosvalutazione e di colpa.

depressioneL’attività fisica può giovare in caso di depressione? La risposta è affermativa in caso di forme lievi e, fatto importante, ad ogni età, l’esercizio fisico permette lo scarico di tensioni ed emozioni negative, innalza il tono dell’umore, ha effetti euforizzanti. Agisce sull’immagine di sé, determina un miglioramento del livello di autostima, del senso di efficienza e di efficacia personale. il problema principale? Quello di trovare le motivazioni e le risorse per iniziare. Per il resto, si tratta di non eccedere nei ritmi, nelle richieste del risultato subito e a tutti i costi. I vantaggi dell’esercizio sono evidenti, ma duraturi solo quelli che tardano ad arrivare.

Tuttavia non sempre la depressione dipende da fatti gravi. La depressione è la risposta dell’individuo ad eventi stressanti, che rivestono, per lui, carattere di perdita. È necessario tener conto della soggettività della situazione: la perdita, ad esempio, può essere di qualcuno, di qualcosa di concreto, oppure di un progetto. Inoltre, nel considerare tali situazioni, non si deve fare i conti con la loro oggettività, ma con il loro vissuto. In altre parole, con il significato che tale perdita riveste in termini individuali.

Quali sono i fattori di influenza della depressione? La risposta depressiva dipende da una serie differente di fattori depressione-e-sportquali la vulnerabilità genetica (in termini di predisposizione), modificazione dei meccanismi neurochimici del sistema nervoso centrale (presenti soprattutto nei casi più gravi. In tal senso attente all’assunzione ormonale!), le esperienze infantili, le caratteristiche di personalità, le condizioni ambientali. Tali fattori agiscono da filtro, in modo tale che l’individuo metta in atto una risposta di tipo depressivo.

Quali sono i segni di depressione? Da un punto di vista psicologico, sono presenti ansia, perdita di interessi, vissuti di inadeguatezza, sensi di colpa, difficoltà di concentrazione e di memoria, pensieri ricorrenti o addirittura ossessivi, ipocondria. Inoltre, la depressione si accompagna a disturbi del sonno, alimentari, a riduzione delle energie, interessa la sfera sessuale. Determina, infine, modificazioni da un punto di vista psicomotorio (agitazione o, al contrario, rallentamento), condiziona negativamente il linguaggio (nei contenuti) e nel modo di parlare (intervalli prolungati nelle riposte, mancanza di commenti spontanei).

sport-e-depressione
Concludo dando uno sguardo all’attività fisica più indicata in casi di persona depressa. La gamma di esercizi o attività motorie che si possono praticare con beneficio per la salute è vasta. Certo, estremamente utili sono gli sport come la corsa, l’attrezzistica in palestra, il calco e tutte le attività che sollecitano la funzionalità cardiaca. Ma esistono tutta una serie di altre attività, non considerate sportive in senso stretto e di minore intensità, che apportano grandi vantaggi: mi riferisco al giardinaggio, a semplici passeggiate o anche qualche ora trascorsa a lavare l’auto. In sostanza, qualunque sia lo stimolo che induca ad alzarsi dal divano e al movimento. Non occorre neanche riprogrammare la giornata in base all’esercizio fisico. Al contrario, si può pensare semplicemente di modificare alcune abitudini per farlo rientrare in agenda, come ad esempio prendendo la bici per andare al lavoro o a fare la spesa anziché andarci in macchina.

Dunque, se notate che un vostro caro accusa tali sintomi, se in forma lieve, è utile sapere quanto l’attività motoria aiuti a migliorare. È bene ad ogni modo consultare un medico.

Potrebbero interessarti i seguenti articoli:
Attività fisica e musica
Yoga: lo sport per il corpo e per la mente
Come combattere lo stress
Il training autogeno di Schultz
Attività fisica e sonno
Training autogeno e aromaterapia

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://www.dottoreacasa.com/2010/06/depressione-e-ansia-lattivita-fisica-riduce-i-sintomi/
http://www.megliosapere.info/2010/12/sport-combattere-ansia-depressione/
http://www.bellasenzatempo.it/desiderio_attivita_fisica_depressione/
http://www.sanitaincifre.it/2011/09/depressione-l%E2%80%99attivita-fisica-migliora-l%E2%80%99efficacia-delle-terapie/

di Monia De Tommaso

Annunci

2 pensieri su “Attività fisica e depressione

  1. Pingback: Disturbi dell’alimentazione: si possono prevenire | Storia della moda femminile

  2. Pingback: Yoga contro lo stress: 1 a 0 | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...