I primi giocattoli del bambino

Cosa regalare al pupo con pochi giorni di vita? Come devono essere i suoi primi giocattoli? E, anzitutto, vale la pena di regalargli qualcosa? Care mamme, non ditemi che non vi siete mai poste almeno una di queste domande. Diverse indagini di psicofisiologia hanno smentito alcuni vecchi miti e dimostrato che il bambino, per esempio, è già in grado di vedere distintamente già nella prima settimana di vita, a una distanza di circa 20 centimetri. Inoltre, il suo apparato uditivo è non solo perfetto, ma particolarmente attivo. Ugualmente, la capacità tattile è ben sviluppata e il bambino sa reagire con piacere o segni di ripulsa al contatto con diversi tessuti o sostanze.

primi-giocattoli-per-neonatiI dati della più moderna psicologia sia umana che sperimentale dimostrano la necessità di tenere il bambino in un ambiente ricco di impulsi (senza esagerare, ovviamente): un cervello tenuto in azione sin dai primi periodi della vita acquista una maggiore plasticità e saprà apprendere con maggiore facilità di uno tenuto in un ambiente completamente deprivato di stimoli sensoriali. Dunque, se queste sono le premesse della psicofisiologia, i nostri giocattoli dovranno rispondere ad alcuni requisiti precisi: poter essere mantenuti a una distanza di circa 20-25 centimetri dal neonato steso, essere dotati di movimento, dare una sensazione piacevole quando il bimbo li afferra, emettere dei suoi armoniosi e variati.

Giocattoli_neonato

Se dobbiamo quindi scegliere un regalo per il nostro bimbo di pochi giorni o se dobbiamo farlo a un neonato, dovremmo scegliere quel tipo di giocattoli mobili da fissare al bordo superiore della culla. Sono dotati di carica, girano e intanto emettono suoni allegri e intonati. Il bambino, sdraiato nella sua culla, eserciterà così diversi sensi insieme, imparando a valutare la distanza fra la mano e il giocattolo mobile, coordinando così il tratto occhio-mano. Altri giocattoli utili per questi primi tempi sono le palle sonore, che uniscono la possibilità del movimento a quelle del suono. La palla sonora permette anche al bambino di esercitare i primi movimenti, così da poterli organizzare sempre meglio e agevolare in questo modo la coordinazione dei vari gruppi muscolari. Esiste poi tutta una serie di giocattoli assai semplici e utili per le prime settimane: bambolotti dotati di sonagli e capaci di mantenersi in equilibrio, animali di tutti i tipi, così da insegnare al piccolo ad apprendere il valore delle forme. Di fondamentale importanza è il controllo dei giocattoli affidati ai bambini piccolissimi che ingoiano e conoscono attraverso la bocca. I giocattoli devono essere dotati tutti di sigillo di garanzia per il materiale, i colori, la confezione.

Potrebbero interessarti anche:
La camera del bambino e L’importanza di leggere le fiabe ai bambini.

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://newbabyland.blogspot.it/
http://www.abcsalute.it/blog/come-scegliere-giocattoli-sicuri-per-i-bambini/
http://www.lavorincasa.it/natale-idee-regalo-per-bambini/

di Monia De Tommaso

Annunci

2 pensieri su “I primi giocattoli del bambino

  1. Pingback: La camera del bambino | Storia della moda femminile

  2. Pingback: Il bambino nella camera dei genitori | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...