Gli abiti della primavera-estate 2015

Come in ogni stagione, l’abito è sempre apprezzatissimo per la semplicità con la quale ci permette di essere perfette in poche mosse. Niente problemi di indecisioni legati all’accostamento dei due pezzi, l’abito è un tuttofare. Immancabile nel nostro armadio, sicuramente in primavera-estate diventa ancora più gettonato visto l’aumento della sua versatilità. Abbinato agli accessori giusti, il vestitino può essere perfetto tanto per le occasioni formali che per quelle informali, per andare a lavoro e per un aperitivo con gli amici. Se fatto di un tessuto pregiato, poi, come la seta, allora può essere perfetto anche per un matrimonio non troppo formale.
Per questa primavera-estate 2015, spulciando tra le varie proposte, ho selezionato i capi che mi hanno ispirata di più per proporvi un ventaglio di soluzioni per tutte le situazioni.

In primis mi sono imbattuta in un progetto artistico innovativo chiamato Banana Graffiti e firmato dalla designer Marta Grossi. In cosa consiste? Con omologo profilo instagram @bananagraffiti, Banana Graffiti è un concept nato meno di un anno fa basato sulla realizzazione di opere con pennarello sulle banane.
Rispetto ad una normale tela, ogni banana ha una superficie semplice e unica perchè ogni frutto è diverso dagli altri. Il progetto, scoperto online, si è subito trasformato in una collaborazione caratterizzata dalla forte sintonia tra il mondo dell’artista e la brand identity i blues. Vivaci e spiritosi, gli abiti nati da questo contemporaneo sodalizio sono davvero allegri, un perfetto mix alla base di una collezione ironica e divertente, girlish e up-to-date.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Proseguendo con le tendenze di questa primavera-estate, tornano le atmosfere anni ’60 e ’70, con tanto di frange.
L’AnnaRita N si fa protagonista una femminilità spensierata, fresca e leggera che regala alla collezione un folklore contemporaneo. La donna di AnnaRita N è una neo bohemién che indossa abiti fluidi e sensuali dai colori pastello, ma anche dalle stampe floreali e soggetti animalier bordati effetto foulard. Long e short dress, con e senza spalline, gli abiti di AnnaRita N ci fanno respirare profumo di estate con i colori blu cobalto, pesca, arancio mandarino e il sempre gradito bianco. Per le scarpe, frange e zeppe sono la regola.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Tory Burch invece fa sfilare abitini mini e minimal dalle linee anni ’60. I tacchi sono banditi. Gli abiti si abbinano a saldali ultra piatti e infradito post hippy.

abiti-primavera-estate-2015-tory-burch
Jucca  in queste foto invece propone un abito fantasia con décolletée coordinate e un lungo camicione color del cielo.

abiti-primavera-estate-2015-jucca
E mentre Custo Barcellona (img. in basso a sinistra) opta per il total pizzo lasciando che le gambe siano le protagoniste, dall’altra Max Mara (img. in basso a destra) sceglie linee semplici e classiche con fantasia floreale.

abiti-primavera-estate-2015-Custo-Barcellona-e-Max-Mara
Allora care lettrici, vi sentite abbastanza ispirate per questa estate?

FONTE DELLE IMMAGINI:
http://www.dilei.it/42038/moda/abiti-primavera-estate-2015.html

di Monia De Tommaso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...