Come allenare la propria mente

Si dice “mens sana in corpore sano”. Ma se da un lato possiamo affidarci all’esercizio fisico per mantenerci esteriormente giovani, dall’altra ci sono degli accorgimenti perchè anche il nostro cervello si mantenga giovane ed allenato. Quali sono questi accorgimenti? Vediamoli insieme.

1. Fare giochi intelligenti

come-allenare-il-proprio-cervello-fare-giochi-intelligentiLe capacità cognitive possono essere mantenute o migliorate esercitando il cervello. Giocare a scacchi, bridge, sudoku e altri giochi di formazione del cervello contribuirà a migliorare la memoria e l’abilità cerebrale. Questi giochi, che tra l’altro possono essere anche molto divertenti, si basano sulla logica, capacità di formazione della parola, matematica e altro ancora. Inoltre si hanno più benefici facendo questi giochi un po’ ogni giorno – circa 15 minuti – che per delle ore. Fare regolarmente questi giochi cerebrali aiuterà anche a prevenire l’invecchiamento cerebrale. Alcuni dei giochi di formazione del cervello disponibili online sono scientificamente progettati da neuro-scienziati e aiutano a migliorare sia la velocità cerebrale che la messa a fuoco. Scientificamente parlando, la sfida mentale costante dà nuovi stimoli, aumenta la produzione e l’inter-connettività dei neuroni e del fattore di crescita nervoso, così come previene la perdita di connessioni e morte cellulare.

2. Visualizzare le cose che si desidera ricordare

come-allenare-la-propria-mente-visualizzare-le-cose-da-ricordareGli studenti che devono memorizzare tante nozioni nel loro cervello visualizzano cose tutto il tempo e questo perchè spesso una foto vale mille parole. Se si vuole ricordare qualcosa si può visualizzare un’immagine o inventare una storia a caso su di esso. Il cervello si ricorderà la storia che si è vissuta. È possibile utilizzare la visualizzazione per ricordare un intero elenco di cose se queste vengono associate a delle immagini. Faccio un esempio. Diciamo che per un esame dobbiamo  ricordare di portare i seguenti oggetti: due matite, una calcolatrice, il proprio documento di identità e uno snack per la pausa. È possibile creare una visualizzazione che collega tutte le immagini insieme in una storia ridicola. Immaginate la vostra matita in bocca ad uno scoiattolo, la cui coda si curva in numero due. Incuriosito dalla calcolatrice, lo scoiattolo si diverte a premerne i tasti. Quando spinge uno dei tasti della calcolatrice, questa si trasforma in una macchina fotografica che per errore gli scatta una fototessera. Tutte queste azioni hanno risvegliato la fame del piccolo roditore che quindi vuole uno spuntino di salatini. Certo, suona strano, ma non si può negare che suona anche divertente. La visualizzazione è alla radice di molti dei suggerimenti di memoria.

3. Prestare attenzione

come-allenare-la-propria-mente-prestare-attenzionePrendete 8 secondi di tempo per prestate attenzione a qualcosa e cercate di tenerla nella memoria il più a lungo possibile. Il vostro cervello richiede tempo per muovere qualcosa dalla memoria a breve termine alla memoria a lungo termine. La visualizzazione aiuta se si vuole prestare attenzione a ciò che è necessario ricordare. Questo è il motivo per cui non si può ricordare le cose se le informazioni vengono introdotte troppo rapidamente nel cervello e non si sta prestando attenzione a quello che si sta facendo. Scrivere, prendere appunti, richiede tempo e questo potrebbe aiutare a prestare attenzione.
Vi è mai capitato di dimenticare il nome di una persona subito dopo che vi è stata presentata? Quando incontriamo persone nuove, spesso siamo più ossessionati da come appariamo e l’impressione che stiamo facendo che concentrati nel prestare davvero importanza all’altra persona e questo potrebbe essere uno dei motivi per cui memorizzare nomi nuovi non ci sembra semplice.
Cercate di essere nel presente e prestate davvero attenzione al compito che state svolgendo, che si tratti di imparare nuove informazioni per un lavoro o incontrare persone nuove. Riducete al minimo le distrazioni, come la musica, televisione o i telefoni cellulari per concentrarvi completamente sul presente. Un modo per stare attenti anche alle azioni più piccole è di ripetere a voce alta quello che si sta facendo; come togliersi gli occhiali, dire ad alta voce “Io sto mettendo i miei occhiali sul bancone della cucina”. Mentre si parla a se stessi ci si potrebbe sentire a disagio, ma in seguito si potrebbe essere grati a se stessi per aver trovato gli occhiali facilmente.

4. Bere un po’!

Ci sono prove che dimostrano come moderare il consumo di alcol possa migliorare la come-allenare-la-propria-mente-bere-vinomemoria e la cognizione. Anche se ci vorrebbero più ricerche, alcuni studi hanno messo in luce come da secoli sia noto che bere moderatamente vino rosso sia cosa buona e giusta.
Ma, come sempre con l’alcol, la moderazione è fondamentale. Bere troppo significherebbe compromettere le funzioni cerebrali e tutti sappiamo quanto sia facile dimenticare quando si è ubriachi.
Questo non significa che le persone sobrie dovrebbero improvvisamente iniziare a bere. Se non piace il vino si può anche bere succo d’uva che ha analoghe sostanze chimiche che aiutano a rafforzare la memoria e la cognizione.

5. Stare lontano dallo stress

come-allenare-la-propria-mente-stare-lontano-dallo-stressOgnuno ha vissuto momenti stressanti (clicca qui per leggere l’articolo su come combatterlo). Si ha un milione di cose in mente, una lunga lista di cose da fare, cose da spedire o ritirare e tonnellate di cose da comprare. Si impacchetta tutto il necessario e ci si catapulta fuori dalla porta, per poi rendersi conto che ci si è dimenticati le chiavi della macchina, il pezzo essenziale per andare avanti. Quando si è stressati e sopraffatti, il proprio cervello ha più difficoltà a ricordare i compiti più elementari.
La memoria lavora attraverso operazioni di ripetizione. Si ha bisogno di ricordare un nome o un numero di telefono?
Spesso si ripete il numero a se stessi un paio di volte per imprimere le informazioni nel cervello. Questo è di solito un metodo efficace, tranne quando entra in gioco lo stress. Lo stress è come il rumore bianco, un’ondata di interferenze che interrompe il normale processo che aiuta a ricordare. Quando si è stressati la memoria diventa selettiva. Ci si ricorda solo delle cose che il cervello ritiene essenziali per la nostra sopravvivenza. Avete dimenticato le chiavi della vostra auto? Questo potrebbe essere il vostro cervello che dice di aver bisogno di una pausa.
Così la prossima volta che ci sentiamo stressati, dovremmo prenderci una pausa. Passate un po’ di tempo all’aria aperta, portate fuori il vostro cane o pranzate con un amico. Oppure fate un lungo bagno con alcune candele profumate per illuminare la stanza. Per gestire lo stress, ma soprattutto monitorarlo nel corso del tempo, si potrebbe prendere in considerazione l’idea di tenere un diario. Aiuterà a identificare cosa innesca la propria risposta allo stress in modo da poter trovare modi migliori per affrontarlo.

6. Consumare alimenti per il cervello

come-allenare-la-propria-mente-consumare-alimenti-per-il-cervelloAbbiamo avuto tutti quei giorni in cui proprio non riusciamo a concentrarci. E mentre non c’è nessuna pillola magica per riportarci all’altezza delle nostre capacità cognitive, ci sono alcuni alimenti che hanno dimostrato migliorare la funzione del cervello, proteggerlo contro il declino cognitivo associato all’età e incoraggiarlo all’attenzione e chiarezza. Ma prima di respingere la connessione dieta-cervello come una mera congettura, bisogna tenere a mente che studio dopo studio, si è trovata una relazione tra ciò che mettiamo in bocca e quanto bene possiamo eseguire importanti compiti di pensiero e la memoria. Mentre alcuni nutrienti possono specificamente assistere la funzione cerebrale, vi è anche da considerare la totalità delle nostre diete. Un recente studio britannico ha scoperto che nei topi una dieta ricca di grassi saturi effettivamente causa un danno ai neuroni che controllano l’energia e l’appetito. E diversi studi piuttosto autorevoli hanno mostrato che i tempi e la qualità dei pasti sono importanti premonitori della performance. Ad esempio, la ricerca dimostra che una buona prima colazione può migliorare le capacità mnemonica e di acquisizione di informazioni degli scolari.
In particolare sembra che le noci, acqua, spinaci, barbabietole, aglio, avocado e olio di oliva aiutino le funzioni cerebrali più di altri alimenti.

7. Fare esercizio fisico

come-allenare-la-propria-mente-fare-esercizio-fisicoL’esercizio fisico regolare può migliorare notevolmente la memoria. Camminare aiuta ad aumentare la memoria spaziale mentre altri tipi di esercizio si rivolgeranno a diversi tipi di cognizione.
Quindi, se state pensando che l’esercizio fisico non ti aiuti più di tanto, ripensateci. È ben noto quanto l’esercizio fisico aiuti regolarmente non solo il cervello ma renda anche più felici. Prosegui la lettura con l’articolo “Allenarsi con allegria“!


8. Raccontare buone storie

come-allenare-la-propria-mente-raccontare-storieRaccontare una buona storia mantiene il cervello in allenamento e a rafforzare i ricordi. Raccontate le storie nel modo più vivido possibile e sviluppate i vostri personaggi: la persona incontrata al supermercato, il postino, l’idraulico – tutti possono diventare i personaggi della nostra storia. Si può imparare inoltre a notare e apprezzare le meravigliose peculiarità che ognuno ha e descrivere queste persone, pensando a ciò che devono aver pensato quando le si è incontrate. I semplici fatti sono noiosi. Invece utilizzare ed esprimere le proprie emozioni liberamente, sforzarsi di rendere partecipe l’ascoltatore perché possa provare lui stesso quello che avete provato voi, costruire e raccontare uno scenario, aiuta veramente ad esercitare diverse parti del cervello e ad intensificare anche le relazioni.

9. Spegnere la televisione

come-allenare-la-propria-mente-spegnere-la-tvQuesto punto vi piacerà meno. Tuttavia è doveroso dire che guardare la televisione ha lo stesso effetto sul cervello di fissare un muro bianco per ore. Guardare la TV può avere un effetto molto dannoso sul cervello perché davanti ai pollici radioattivi, da passivo si passa quasi in modalità ipnosi. I ricercatori hanno anche sostenuto che guardare la televisione riduce la capacità di prestare attenzione. Gli inserzionisti televisivi giocano proprio sugli effetti che la televisione ha sulle funzioni cerebrali perché i loro spot pubblicitari raggiungano i risultati desiderati.
Quando le persone guardano la maggior parte dei programmi televisivi sono abbastanza disarmati, vulnerabili, suggestionabili. Così uno spot pubblicitario di un certo livello, fatto a favore di un prodotto specifico, fa sì che la persona che guarda la televisione sia più incline a credere a quello che gli vien detto. Dunque, se proprio non si riesce a fare a meno dello schermo, allora sarebbe meglio guardare qualche programma di veramente coinvolgente, come ad esempio un programma educativo che richieda un’attenzione attiva da parte dello spettatore.

10. Fare la meditazione

come-allenare-la-propria-mente-fare-meditazioneLa meditazione aumenta l’attività nella corteccia prefrontale sinistra e le modifiche sono stabili nel tempo. Se ogni giorno ci si ferma a meditare per un po’, l’effetto permane. Inoltre la meditazione e la consapevolezza aiuta anche a ridurre lo stress. La disciplina mentale e la pratica meditativa può cambiare il funzionamento del cervello e consentire di ottenere diversi livelli di consapevolezza. Il cervello è in grado di essere addestrato e fisicamente modificato in un modo che poche persone possono immaginare.

FONTI DELLE IMMAGINI:

http://www.preventionisgood.it/news/brain-training-allenare-il-cervello-contro-l-alzheimer-e-non-solo.html
http://boredbug.com/brain-training-and-fitness/
http://www.studenti.it/foto/maturita/tesina-i-cinque-punti-critici-a-cui-devi-fare-attenzione/come-scrivere-una-buona-tesina.php
http://www.dazebao.org/news/index.php?option=com_content&view=article&id=8921:rai-si-spegne-la-tv-pubblica-e-ci-chiedono-di-pagare-il-canone&catid=89:media&Itemid=290

di Monia De Tommaso

Annunci

Un pensiero su “Come allenare la propria mente

  1. Pingback: Tecnica di Ripristico Psicosomatico |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...