Come preparare la pasta di sale

Oggi dedicherò questo articolo ad uno dei più classici del fai da te: la pasta di sale. Preparare la pasta si sale può essere un gradito passatempo per gli adulti, che hanno la passione per le attività creative manuali, ed è anche un modo per tenere impegnati i bambini in attività che li aiutano a sviluppare manualità e creatività.
Questa preparazione non solo è semplice ed economica ma può essere utilizzata per creare tanti oggetti utili e carini.

creazioni-in-pasta-di-sale
Gli ingredienti
per preparare la pasta di sale sono:

2 bicchieri di acqua tiepida
2 bicchieri di sale fino (polverizzato)
4 bicchieri di farina
coloranti alimentari per la decorazione
1 cucchiaino di olio di semi o di vasellina (facoltativo)
1 cucchiaino di colla da tappezziere in polvere o colla vinilica (facoltativo)
Flatting spray per impermeabilizzare e proteggere l’oggetto dagli agenti esterni. Questo prodotto tuttavia non sempre è ben visto dagli amanti del fai da te perché ha due difetti: impiega molto tempo ad asciugare e ha un odore forte e sgradevole (perciò è da usarsi eventualmente all’aperto). Inoltre ha una caratteristica: ingiallisce gli oggetti; quindi una o due mani finali possono oltre che proteggere, anche aiutare ad antichizzare un po’ le proprie realizzazioni. Per questi motivi a volte viene sostituito dalla vernice trasparente all’acqua (flatting all’acqua) che asciuga presto e non ha odore. Decidete voi se usarlo.
– La pasta può essere anche profumata: basterà aggiungere delle gocce di olio essenziale profumato al composto. Inoltre tutte le creazioni ottenute con questo impasto possono essere colorate, il processo di colorazione può avvenire prima o dopo la cottura ma per aver una tinta più viva ed accesa si consiglia di dipingerle dopo la cottura. E perché non del cioccolato? 😉

Questa ricetta ha origini antiche ed è molto facile da preparare. Può essere facilmente preparata con l’aiuto del vostro robot da cucina che permette, inoltre, di ottenere una pasta omogenea e malleabile. Vediamo come.

Preparazione

preparare-la-pasta-di-sale1. In un frullatore polverizzate il sale: più sarà polverizzato, più la pasta sarà liscia; fate molta attenzione: il sale tende a rovinare le lame del frullatore (almeno lavatele subito!).
2. Unite l’acqua ed il sale, mescolate il tutto e poi aggiungete gradualmente la farina, facendo attenzione che non si creino grumi, se volete aggiungere il colorante unitelo direttamente all’acqua prima di aggiungere sale e farina.
3. Se volete potete aggiungere un cucchiaino di olio di semi o di vasellina (per rendere l’impasto più morbido) e/o di colla (per renderlo più resistente).
4. Lavorate il tutto perché l’impasto risultai compatto e non si attacchi alle dita o alle pareti del robot. Se il composto dovesse essere granuloso basterà aggiungere un po’ d’acqua fino ad ottenere il risultato desiderato; se, invece, dovesse essere poco compatto si dovrà aggiungere della farina, poco alla volta, per arrivare ad avere un panetto perfetto.
come-lavorare-la-pasta-di-sale5. Ora si può passare alla lavorazione della pasta, datele la forma che più desiderate dando libero sfogo alla fantasia. Vorrei riportare comunque dei piccoli accorgimenti che potrebbero esservi utili: per stendere la pasta si può usare un mattarello (meglio se di marmo perché la pasta tende a staccarcisi meglio durante la lavorazione). La pasta poi va tirata in base all’utilizzo: ad esempio per fare le foglie o un vestitino va usato uno strato sottile, mentre quando si devono fare le basi per placche ecc. va fatto un po’ più spesso. Staccare il foglio di impasto dal piano di lavoro il foglio senza romperlo o modificare la pasta è una vera impresa ma non impossibile; ad esempio se dovete fare una foglia, e dopo vedete che fate fatica a sollevarla, non cercate di staccarla dal piano “grattando” con la spatola: rischiate così di avere una foglia “raggrinzita”! Piuttosto con la spatola cercate di sollevare il primo pezzettino (quello che va sotto il fiore o attaccato al gambo) e con le dita, con delicatezza, cercate di staccarla completamente. Inoltre la pasta potrebbe avere difficoltà a staccarsi dal piano perché troppo morbida. In tal caso aspettate un po’; se riprovate dopo qualche minuto può essere che si stacchi più facilmente.
6. Vi avanza della pasta di sale o non volete creare qualcosa subito dopo averla lavorata? In tal caso bisogna fare un paio di procedimenti per conservarla nel migliore dei modi. Si può avvolgere l’impasto in uno strofinaccio pulito e poi in un sacchetto di plastica, oppure ricoprirla con la pellicola trasparente. In entrambi i casi va poi riposta in frigorifero dove potrà essere conservata per circa una settimana. Prima di utilizzarla, ricordatevi di tirarla fuori dal frigorifero circa mezz’ora prima, in modo che si ammorbidisca. Se vi doveste dimenticare di tirarla fuori dal frigorifero e non avete tempo, potete rimediare chiudendo la pasta di sale in un sacchetto impermeabile che va immerso in acqua molto calda ma non bollente.

Colorazione e decorazione

colorare-la-pasta-di-saleLa pasta può essere colorata prima dell’uso con le normali tempere oppure, dopo la prima essicazione, con gli acquerelli. Se si decidesse di colorare prima della cottura allora basta aggiungere coloranti alla farina o all’acqua; i coloranti naturali o alimentari non sono tossici e dunque più adatti ai bambini piccoli (l’uovo spalmato sulla pasta per esempio la darà un colore dorato; lo stesso per il latte aggiunto a metà cottura). Ricordatevi che durante la cottura i colori diventano più chiari, come consumati dal tempo, quindi se si volesse ottenere colori più vivi si consiglia di dipingere la pasta dopo la cottura. Anche particolari come gli occhi e la bocca, possono essere aggiunti con della pittura o dei pennarelli dopo la cottura.
Per quanto riguarda la decorazione potete usare tutto ciò che non brucia nel forno: semi di tutti i tipi, sabbia, pasta, fiori, foglie, perle, alcuni bottoni, lustrini. Fate volare la vostra fantasia!

Cottura

Prima di procedere alla cottura, lasciate asciugare la pasta di sale in un ambiente secco per circa 12 ore. Cercate di non aspettare oltre 48 ore perché la pasta risulterebbe troppo friabile. Questo procedimento ha diversi vantaggi:

– riduce il tempo di cottura
– evita che si formino bolle d’aria durante la cottura
– evita che l’oggetto si deformi durante la cottura

Il tempo di cottura esatto della pasta di sale è difficile da stabilire perché dipende da più fattori:
quanto più l’oggetto è grosso e spesso e la pasta è molle, tanto più il tempo di cottura si allunga. Pertanto, come detto prima, è consigliabile allungare il tempo di asciugatura per ridurre quello di cottura. La temperatura da impostare più o meno si aggira intorno ai 50°C-70°C. Attenzione: una temperatura troppo alta farà gonfiare la pasta durante la cottura! Cuocete gli oggetti di pasta di sale come se cucinaste: la soluzione migliore è curare la cottura e togliere gli oggetti dal forno appena sono duri.

Proteggere le proprie creazionicreazioni-in-pasta-di-sale (2)

Per conservare gli oggetti fatti è bene finirle con il flatting (spray è più comodo) o qualsiasi altro prodotto protettivo: servirà a dare un effetto lucido (se usate il flatting lucido) ma soprattutto a proteggere gli oggetti dall’umidità. È “vietato” conservare gli oggetti di pasta di sale nel cellophane se non volete ritrovarli ammuffiti!!! Attenzione poi agli oggetti che andranno appesi: se non sono conservati bene o vengono tenuti in ambiente troppo umido rischiano di “cadere a pezzi”!!!
Bene, è giunta l’ora di mettere le mani in pasta…di sale! ^-^

Vi piace il fai da te e il riciclo creativo? Allora non puoi perderti questi articoli:
Bracciali con il riciclo creativo. Per essere uniche basta poco!
Shopping bag da un cardigan: tutorial per un favoloso fai da te
Tutte pazze per il soutache, da creare e da indossare!
Come si lavora il fimo

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://pochaontas.jimdo.com/creazioni-con-la-pasta-di-sale/
http://www.pourfemme.it/foto/creazioni-in-pasta-di-sale_7073.html
http://www.pourfemme.it/foto/utensili-per-modellare-la-pasta-di-sale_7115.html
http://fotogallery.donnaclick.it/societa/tempo-libero/76679/pasta-di-sale-colorata/
http://www.greenstyle.it/pasta-di-sale-come-prepararla-65701.html

di Monia De Tommaso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...