I minerali e le vitamine nell’alimentazione

Fra i nutrienti, ossia fra le sostanze chimiche elementari che si trovano negli alimenti e che sono necessarie al corpo per le sue funzioni vitali, ce ne sono alcuni (in particolare i monosaccaridi che derivano dai carboidrati, gli aminoacidi che derivano dalle proteine e gli acidi grassi che derivano dai lipidi) che apportano calorie, mentre ce ne sono altri che sono egualmente fondamentali per l’uomo ma che, salvo qualche rara eccezione, non apportano calorie: sono le vitamine, i minerali e l’acqua (clicca qui per scoprire quella giusta per te). Mentre l’acqua e i micronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) devono venire dati al corpo in quantità elevate, pari a varie decine o centinaia di grammi al giorno, per quello che riguarda le vitamine e i minerali sono in genere sufficienti quantitativi assai minori, in qualche caso di pochi millesimi di grammo.

Le vitamine sono molecole che l’organismo non è in grado di fabbricarsi da solo e che dunque devono necessariamente essere assunte già belle e pronte con gli alimenti. Esse hanno nell’organismo funzioni molto diverse l’una dall’altra. Le vitamine idrosolubili (solubili in acqua) sono le vitamine B1, B2, B6, B12, l’acido pantotenico, la vitamina C, l’acido folico, le vitamine H e PP. Le vitamine liposolubili (solubili nei grassi) sono le A, D, E e K. La carenza di una sola vitamina determina la malattia dell’organismo, per esempio si ha lo scorbuto nell’individuo che non assume vitamina C e il rachitismo (nel bambino) o l’osteomalacia (nell’adulto) se viene a mancare la vitamina D. per avere il pieno benessere, comunque, è necessario dare all’organismo una quantità di alcune vitamine (soprattutto di quelle con attività antiossidante, come la vitamina C, la vitamina E e la vitamina A) superiore a quella necessaria per evitare la malattia da carenza. I diversi alimenti contengono le varie vitamine in concentrazioni differenti.

vitamine
I minerali sono pure contenuti in quantità diverse nei vari alimenti. Come per le vitamine, anche la carenza di un solo minerale può provocare l’insorgere della malattia. Anche per alcuni di essi (a partire dal selenio, dal manganese, dal rame e dallo zinco) si deve fornire all’organismo non soltanto la quantità necessaria per prevenire la malattia, ma anche quel quantitativo che consente di combatter ei radicali liberi. Alcuni elettroliti (sodio, cloro, potassio, calcio, magnesio) si trovano in abbondanza nel sudore e devono venire reintegrati attraverso gli alimenti o le bevande dopo lo sforzo di chi si allena di frequente.

minerali
Come già detto in un precedente articolo, ben più della metà del corpo umano è costituito da acqua: il 70% nel neonato, il 60% nell’uomo adulto; l’atleta magro con i muscoli sviluppati arriva al 70%, ossia a 50 chilogrammi di acqua nel caso di un peso corporeo di 70 chilogrammi. Eppure la perdita anche di soli due litri di acqua (o poco più) può già determinare il netto peggioramento delle capacità prestative o addirittura la sospensione obbligata dello sforzo. L’acqua, infatti, è indispensabile per l’efficienza di tutti gli organi e apparati. Essa, fra l’altro, serve a mantenere l’equilibrio termico fra le cellule, rappresenta il solvente di molte sostanze (ed è per esse un sistema di trasporto nell’organismo e l’elemento in cui avvengono molte reazioni chimiche) e consente l’eliminazione del calore dal corpo. A proposito di quest’ultima funzione, essa si esplica, assieme ad altri meccanismi fisici e fisiologici, quando l’acqua evapora a livello della cute o delle vie aeree.
Dunque, morale della favola: reintegrate i liquidi persi bevendo molta acqua oppure mangiando alimenti che la contengono!!

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
Gli antiossidanti esogeni
Attenzione ai nitriti e nitrati negli alimenti
L’importanza della prima colazione
Il pranzo e la cena per dimagrire
Una dieta per la vita
Snack salutari in casa e per l’ufficio
Il segreto per un bel colorito di pelle
Cibi nemici del sonno
Le poprietà benefiche del limone

FONTI DELLE IMMAGINI:
http://www.consigliaricette.com/0011824_vitamine-e-sali-minerali-a-cosa-servono.html

http://www.sapere.it/sapere/medicina-e-salute/enciclopedia-medica/Metabolismo/minerali-essenziali-.html

di Monia De Tommaso

Annunci

4 pensieri su “I minerali e le vitamine nell’alimentazione

  1. Pingback: Le fibre alimentari: indispensabili per la nostra salute | Storia della moda femminile

  2. Pingback: Calcola il tuo peso ideale! | Storia della moda femminile

  3. Pingback: Lo zucchero e i sostitutivi | Storia della moda femminile

  4. Pingback: L’attività fisica e il fumo | Storia della moda femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...